Err

Paesaggista, formatore e consulente, specialista dei giardini giapponesi tradizionali

Niwashi - Scopri gli strumenti in acciaio giapponesi

Scopri l'acciaio giapponese

La qualità dei nostri strumenti è spiegata principalmente da due fattori: la qualità dell'acciaio giapponese e l'abilità tecnica dei fabbri giapponesi.

Il know-how millenario dei fabbri giapponesi di coltelleria è rinomato in tutto il mondo grazie alle qualità della celebre spada giapponese. Producono pezzi di grande raffinatezza, la cui forma è adatta ad ogni utilizzo.

L'acciaio giapponese, utilizzato nelle posate, è tra i più duri al mondo, grazie in particolare al suo alto contenuto di carbonio. Questo alto contenuto di carbonio conferisce eccezionale durezza e resistenza all'abrasione, che conferisce alle lame una longevità esemplare.


Attenzione, questa specificità che fa di tutte le loro qualità e conferisce loro un filo di lama impareggiabile, li rende sensibili all'ossidazione (si noti che se l'utensile patina sulla superficie, l'ossidazione raramente attaccherà il cuore dell'acciaio). Tuttavia, per rispetto dell'artigiano che li ha prodotti, vi consigliamo di evitare di lasciare i vostri attrezzi a contatto con umidità permanente, pulirli con un panno dopo ogni utilizzo e rivestirli con una leggera pellicola di olio di camelia se vuoi mantenerli come nuovi. Puoi anche scegliere di lasciarli pattinare.

La maggior parte dei nostri strumenti sono realizzati in acciaio al carbonio, tuttavia, alcuni sono realizzati in acciaio al carbonio legato al cromo. Si dice che queste leghe siano "inossidabili" a causa del loro utilizzo, in particolare di alcuni strumenti particolarmente destinati a lavorare a contatto con il suolo e l'umidità.


Durezza Rockwell (indice HRC): La durezza dell'acciaio di una lama viene misurata mediante il cosiddetto test Rockwell effettuato con un durometro. Più alto è l'indice, più duro è l'acciaio e migliore sarà l'utensile che manterrà la sua qualità di taglio nel tempo. A titolo di esempio, si noti che la maggior parte dei nostri utensili sono fabbricati con acciai con indice HRC compreso tra 58 e 62 mentre la maggior parte delle lame disponibili sul mercato europeo hanno indici da 48 a 52. Per essere più chiari , come paesaggista professionista, un'affilatura all'anno delle nostre cesoie usata quasi quotidianamente è più che sufficiente per mantenere un bordo impeccabile. Chi dice migliore tagliente, dice anche meno sforzo durante il taglio e migliore guarigione della pianta. Attenzione però, la grande durezza degli acciai al carbonio li rende fragili. Sebbene siano abbastanza adatti per l'uso previsto di una lama, evita di utilizzare i tuoi strumenti per altri usi non idonei come torcere una lama usandola come un cacciavite o come leva per aprire. un barattolo di vernice... una lama è fatta per tagliare !

Caratteristiche dei principali acciai utilizzati per i nostri utensili :


- Acciaio SK5 : acciaio al carbonio (da 0,8 a 0,9% di carbonio, silice> 0,35%, manganese> 0,5%, fosforo> 0,03). HRC da 58 a 61 max.

Shirogami (acciaio "carta bianca") : acciaio al carbonio a grana fine. Più fine è la grana di un acciaio, maggiore è il bordo ottenuto. (Da 1,1 a 1,2% di carbonio, da 0,1 a 0,2% di silice, da 0,2 a 0,3% di manganese, fosforo> 0,025%, da 0,3 a 0,5% di cromo) . HRC> 60.

Aogami (acciaio "carta blu"): acciaio al carbonio con grana fine e maggiore resistenza. La base di questa lega è uno shirogami a cui abbiamo aggiunto Carburo di Tungsteno e Cromo per renderlo più resistente. (Da 1,3 a 1,4% di carbonio, da 0,1 a 0,2% di silice, da 0,2 a 0,3% di manganese, fosforo> 0,025%, da 0,3 a 0,5% di cromo , 1,5-2% di tungsteno). HRC da 61 a 64 !